INSIEME PER UN FUTURO MIGLIORE
"Il nostro senso di sicurezza nasce dalla certezza di non essere soli"
Promettiamo...
di allargare gli orizzonti della conoscenza e del sapere che generano la salute vera della persona e dello spirito, come bene e valore sociale di pubblica utilità.
Ci impegniamo...
ad esservi sempre a fianco con le nostre opere ed i nostri pensieri, affinchè si realizzi, anche nell'ambito della tutela della salute, il senso dell'etica dello stare insieme.
Per la famiglia...
per proporci come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali comuni, assolvendo alla funzione sociale di crescita umana, civile e professionale.

 
News e Rassegna Stampa
venerdì 24 maggio 2019 14.11
Altre notizie 2018 Altre notizie 2017 Altre notizie 2016
Altre notizie 2015 Altre notizie 2014 Altre notizie 2013
QUALCOSA SI TROVA ANCHE IN CALABRIA E, DICIAMO PRESTO, ANNI, LO VEDREMO IN UN MUSEO CALABRESE. E' IL CUGINO DEL MAMMOUT, H 4 METRI. SI CHIAMA "Elephas Antiquus" LO HANNO TROVATO NELLA SILA COSENTINA, NEL 2017, DEI RICERCATORI MOLISANI. E' INTERO ED IN ASSEMBLAMENTO. E' BELLISSIMO.
AGENAS: TUTTI I PIANI SANITARI VIGENTI DELLE REGIONI ITALIANE
PATTO PER LA SALUTE
NUOVO PATTO PER LA SALUTE PER GLI ANNI 2014-2016
PIANO DI RIENTRO REGIONE CALABRIA
TUTTI I VERBALI DEL PIANO DI RIENTRO DELLA REGIONE CALABRIA

TESTI ORIGINALI COMPLETI

Modulistica dichiarazione pubblica di interessi

 
I PIANI DI RIENTRO DELLE REGIONI
[Ministero della Salute] Piani di rientro,(REGIONI ITALIANE) i risultati delle verifiche - 13.11.2019

regioni.it
Notizie in evidenza
CATANZARO:ATTIVITA' LIBERO PROFESSIONALE INTRAMURARIA
NDR. LUNGHE ATTESE  E FILE DIETRO LE PORTE ANCHE PER QUESTE PRESTAZIONI A TOTALE CARICO DEI PAZIENTI
RECAPITI TELEFONICI SINGOLI MEDICI
CALABRIA: 21.11.2017. TAVOLO PER LA VERIFICA DEGLI ADEMPIMENTI REGIONALI CON IL COMITATO PERMANENTE PER LA VERIFICA DEI LEA > LEGGI
 
 
Calabria. Via al confronto Governo-Regione sui commissari straordinari delle Asl. Dieci giorni per l’intesa. Ecco tutti i nomi

La nomina dei nuovi commissari straordinari è prevista dal Dl Calabria. Cotticelli e Schael: “L’ elenco è stato depositato oggi, pertanto smentiamo i nominativi finora riportati dalla stampa. Auspichiamo, con piena apertura e con vivo spirito di collaborazione, che il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, voglia riceverci per discutere nel merito e raggiungere un’intesa istituzionale nel solo interesse dell’intera comunità calabrese”. Ecco i nomi.”...LEGGI
quotidianosanita.it 24 maggio 2019
 
Truffa al Ministero della Salute. Grillo: “Licenziato funzionario”

Il Ministro della Salute informa del licenziamento del dipendente arrestato nell’ambito della truffa da 1,4 mln ai danni del Dicastero e che vede indagati anche alcuni dirigenti. Grillo: “Userò qualsiasi mezzo a mia disposizione per far sì che chi ha sbagliato paghi”...LEGGI
quotidianosanita.it 24 maggio 2019

Osservasalute 2018. Italiani lenti a cambiare stili di vita scorretti. Boom cronici e non autosufficienti. “Spesa destinata ad impennarsi. Cambiare approccio o sarà emergenza”

Il grande problema per il presente e per il futuro sono le cronicità che assorbono l’80% della spesa sanitaria. Destinata a impennarsi nel prossimo decennio la domanda per visite specialistiche, di giornate di degenza e di assistenza domiciliare. Siamo tra i Paesi più longevi ma anche con più anni da vivere con malattie croniche e disabilità: la speranza di vita in buona salute è peggiore che altri Paesi europei. Arrivano a 49 mila i decessi causati dalle infezioni sepsi correlate.IL RAPPORTO I DATI REGIONALI...LEGGI
quotidianosanita.it 16 maggio 2019

Cassazione, medici e infermieri responsabili per i farmaci somministrati

La Suprema Corte ha condannato sia il personale infermieristico che medico a causa di un errore di un farmaco antiblastico
Il compito di somministrare i farmaci negli ospedali spetta agli infermieri, che vi adempiono attenendosi alle prescrizioni fatte dai medici. La Corte di cassazione, con la sentenza numero 20270/2019 (clicca qui per scaricare il documento completo), ha però precisato che la somministrazione del farmaco è un atto non meccanicistico ma collaborativo con il personale medico...LEGGI
dottnet.it 16 maggio 2019

Decreto Calabria/2. Nomina Dg di Asl e Ospedali: subemendamento Lega per limitare alle sole Regioni commissariate il vincolo di seguire graduatorie di merito. Insorge M5S

Il subemendamento a prima firma Panizzut all'emendamento presentato dalla relatrice Nescial decreto Calabria mira a restringere solo a poche Regioni (Calabria, Campania, Lazio e Molise) le nuove regole che limiterebbero la discrezionalità delle scelte politiche nella selezione dei direttori generali. Nesci (M5S): "Ci aspettiamo che la Lega torni sui suoi passi. Non svuoti il senso della nostra proposta”. Sileri (M5S): "Assurdo che la Lega non appoggi la nostra battaglia". Pisani (M5S): "Sconcertato dalla presa di posizione della Lega"...LEGGI
quotidianosanita.it 16 maggio 2019

Nomine in sanità. M5S: “Rescindere il legame con la politica”. Presentato emendamento a Dl Calabria in attesa di approvare Ddl su materia: “Scelta Dg in base a graduatoria di merito”

In una conferenza stampa il Movimento rilancia il Ddl Castellone per dare una stretta alle nomine dei manager sanitari e per accelerare propone anche un emendamento al Dl Calabria su cui è in corso l’iter di conversione in legge. Di Maio: “Basta nomine politiche in Sanità”. Grillo: “Si tratta di un tema che non può più essere rinviato”. Sileri: “Ora le nomine si faranno in base al merito”. IL TESTO DELL'EMENDAMENTO...LEGGI
quotidianosanita.it 15 maggio 2019
Decreto Calabria, vertici di Asl e ospedali decapitati. Primi effetti su medici e pazienti a Cosenza e Crotone

di Donata Marrazzo

Il decreto Calabria, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, entra in vigore decapitando le aziende sanitarie e quelle ospedaliere. Una circolare firmata dal super commissario ad acta Saverio Cotticelli notifica l’azzeramento dei vertici e il trasferimento delle funzioni ai direttori sanitari, a quelli amministrativi o al dirigente più alto in grado...LEGGI
sanita24.ilsole24ore.com 07 maggio 2019
 Sanità: Gimbe, polveriera su cui incombe spettro nuovi tagli

Ridimensionamento della crescita, a rischio Patto Salute

La Sanità è una "polveriera" su cui "incombe lo spettro di nuovi tagli dovuti al ridimensionamento della crescita economica nel DEF". Parallelamente, "numerose criticità politiche, economiche e tecniche, rischiano di arenare la stipula del Patto per la Salute, a cui è legato l'aumento del finanziamento per la Sanità". A lanciare l'allarme è la Fondazione Gimbe (Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze)....LEGGI
ansa.it 03 maggio 2019
   Il Decreto “Calabria” pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Dal super commissariamento della sanità regionale alla Medicina generale. Ecco tutte le misure previste

Con la norma l'Esecutivo attraverso i suoi commissari prenderà in mano tutta la sanità calabrese: dagli ospedali al personale, dall'assistenza farmaceutica alla prevenzione e ovviamente la nomina dei manager sanitari che dovranno portare avanti le direttive governative.

Dal 3 maggio decadono comunque tutti i commissari di Asl e ospedali nominati dalla Regione. Ma non solo nel decreto anche lo sblocco del tetto di spesa del personale fino rinvio del nuovo esame di stato per l’abilitazione a medicina, norme specifiche sui medici di famiglia (accesso ai corsi e massimali), sulla carenza dei farmaci e sulle quote premiali.
IL TESTO
...LEGGI
quotidianosanita.it 03 maggio 2019
   CENTRI DI ECCELLENZA PER PATOLOGIA

Abbiamo pensato di creare un Link con i centri di eccellenza per patologia presenti in Italia indicando tutti i riferimenti necessari per potere accedere facilmente alle singole strutture.
L’idea è nata a seguito dell’invito fattomi dal dott. Corrado Cesare Campisi per il convegno internazionale sulla giornata mondiale del Linfedema che si è tenuto a Roma presso l’Auditorium del Ministero della Salute e di cui è stato il referente scientifico della giornata.

La prima patologia, e indicazione sui relativi centri di riferimento, che abbiamo deciso di trattare è appunto il Linfedema.

E’ una patologia diffusissima in Italia e nel mondo sulla quale però l’informazione è spesso frammentaria , scarsa e confusa.

Secondo il dott. Corrado Cesare Campisi, nel mondo l’incidenza del Linfedema è pari a 300 milioni di casi (circa una persona su venti). In Italia l’incidenza supera i 40.000 nuovi casi ogni anno (numeri sovrapponibili a quelli del carcinoma mammario).

A Genova, dal 1973, esiste un centro particolarmente importante e all’avanguardia nella cura di questa patologia riconosciuto a livello internazionale.

Il centro, dove ogni anno vengono operati moltissimi pazienti provenienti da ogni parte del mondo, è un’Eccellenza sanitaria tutta italiana.

Per tutti coloro che vogliono approcciare in maniera chiara e corretta il problema, il sito di riferimento è: www.chirurgiadeilinfatici.it .

Intervista del Tgcom24 al Chirurgo Genovese di fama internazionale Corrado Cesare Campisi in occasione della Giornata mondiale del linfedema che si è tenuta a Roma il 6 Marzo 2019
www.chirurgiadeilinfatici.it 30 aprile 2019
Giornata mondiale del linfedema, con la microchirurgia si può guarire al 100%

"Si tratta di una malattia molto diffusa, che necessita di un adeguato inquadramento, dalla diagnosi tempestiva alla terapia più opportuna", afferma il dottor Campisi, massimo esperto del settore, a Tgcom24...LEGGI
tgcom24.mediaset.it 30 aprile 2019
AAA cercansi medici disperatamente
“Saranno 14mila in meno in 15 anni”


Grave carenza di personale medico, soprattutto in Lazio, Molise e Lombardia, ma il trend è simile su tutto il territorio nazionale. Colpa dei tagli alla spesa sanitaria che hanno rallentato il turn over e dei pochi accessi all’università..LEGGI
liberoquotidiano.it 29 aprile 2019
Medici emigranti, in Europa il 52% è italiano. «Negli Emirati Arabi 20mila euro al mese»

Dopo la laurea preoparano la valigia tanti medici italiani. Secondo i dati della Commissione Ue, tra i camici bianchi europei che lasciano il loro Paese, il 52% è costituito da italiani, seguono i tedeschi con il 19%. La regione con il maggior numero di medici che espatriano è il Veneto, con 80 professionisti sui 1.500 che emigrano ogni anno. Proprio in questi giorni, raccontano dall'Azienda sanitaria di Padova, gli Emirati Arabi  stanno contattando medici italiani e offrono dai 14 ai 20 mila euro al mese, interprete, casa, scuola, e autista...LEGGI
ilmessaggero.it 28 aprile 2019
Decreto sanità, l’ultimo schiaffo a una regione morente

Contrapporre una riforma di sistema dalle misure straordinarie del Consiglio dei Ministri

E’ imbarazzante con quanta faciloneria il ministro della Salute Giulia Grillo pensi di risolvere i problemi della sanità calabrese. E fa tenerezza quando dice “ in Calabria c’è una sanità di serie D” e in 18 mesi pensa di portarla in Serie A. Ed è puerile pensare di poter risolvere un problema strutturale e di sistema, nominando super commissari dai poteri di carta. Il ministro utilizza un’inchiesta giornalistica sull’Asp di Reggio per mettere sotto scacco tutta la Calabria...LEGGI
calabriaextra.it 27 aprile 2019
“Le prove dello sfascio della sanità calabrese”

I mandanti e gli autori del saccheggio dei servizi erogati ai cittadini


Il gioco allo “scarica barile” tra Governo e Regione, con il ruolo attivo di qualche ex commissario, non giova a fare chiarezza su quello che è accaduto negli ultimi 10 anni nella sanità calabrese. Il dibattito, a tratti stucchevole, rischia di far perdere di vista le responsabilità e le ragioni del fallimento del Piano di rientro, del buco nei conti e dell’insufficienza dei Lea. Il merito, troppo spesso, viene sopraffatto dal turpiloquio e per i calabresi diventa difficile capire le ragioni degli uni e degli altri. Le responsabilità è a vari livelli: politico nazionale e locale, amministrativo e anche sindacale....LEGGI
calabriaextra.it 27 aprile 2019
L'Oms Europa celebra gli 'eroi delle vaccinazioni'

Dal 24 al 30 aprile, "Progressi, ma c'è ancora molto da fare"
Ci sono donne come Laura Brennan, che dopo la diagnosi di tumore cervicale ha cercato di utilizzare gli ultimi giorni di vita per convincere altre donne a prevenire il Papillomavirus; scienziate come Jelke Frost, che studia come accelerare lo sviluppo di nuovi vaccini; infermiere come Susanne Bjelbo, che cerca di portare le vaccinazioni anche ai gruppi più fragili. Quest'anno l'ufficio europeo dell'Oms, in occasione della 'European Immunization Week', celebra gli 'eroi delle vaccinazioni': dalle persone impegnate ogni giorno, a chiunque aiuti a diffondere le verità sui vaccini... LEGGI
dottnet.it 26 aprile 2019
Codacons: accreditare gli studi medici privati con Ssn

Professione | Redazione DottNet | 23/04/2019 11:47
Secondo l'Associazione sarebbe una soluzione per affrontare l'emergenza in Italia
Per affrontare l’emergenza medici in Italia, il Codacons propone al Ministero della salute e alle Regioni di accreditare presso il Servizio Sanitario Nazionale gli studi medici privati, al pari di quanto già avviene con le cliniche convenzionate....LEGGI
dottnet.it 26 aprile 2019

Eutanasia, Comitato bioetica: il medico non può favorire la morte

Anelli: "bisogna attenersi al Codice deontologico"
Apertura alla discussione sul suicidio assisto, ma per i medici "valgono i principi fissati dal Codice deontologico ed in particolare dall'articolo 17, che afferma come il medico non possa compiere atti che favoriscono o inducono la morte". E' la posizione espressa dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo), come spiega il presidente Filippo Anelli, in un parere sul tema richiesto alla Fnomceo dal Comitato nazionale di bioetica. La richiesta parte dalla sollecitazione della Corte sull'eutanasia, tenendo conto della ordinanza con cui la Consulta lo scorso ottobre ha rinviato di un anno la decisione sulla costituzionalità dell'articolo 580 del Codice penale, relativo all'istigazione o aiuto al suicidio. La Consulta infatti, dopo il caso Cappato-Dj Fabo, ha chiesto al Parlamento di completare la legge sul biotestamento comprendendovi le questioni di fine vita (eutanasia e suicidio assistito) e intervenendo entro settembre 2019. Per Anelli "esistono oggi i mezzi per limitare al massimo la sofferenza dei pazienti"...LEGGI
dottnet.it 23 aprile 2019

Governo commissaria la sanità calabrese. Approvato il decreto legge del ministro Grillo e Oliverio valuta ricorso alla Corte Costituzionale


Si è concluso il Consiglio dei ministri straordinario di Reggio Calabria con la notizia dell'approvazione all'unanimità del decreto legge, fortissimamente voluto dal ministro della Salute, che commissaria la sanità della Calabria. È la prima volta che avviene dall'avvio del Ssn. Con la norma l'Esecutivo attraverso i suoi commissari prenderà in mano tutta la sanità calabrese: dagli ospedali al personale, dall'assistenza farmaceutica alla prevenzione e ovviamente la nomina dei manager sanitari che dovranno portare avanti le direttive governative. In serata il presidente della Calabria annuncia possibile ricorso per incostituzionalità. IL DECRETO, LA RELAZIONE ILLUSTRATIVA, LA RELAZIONE TECNICA ...LEGGI
ilsole24ore.com 19 aprile 2019
Disavanzo da 160 milioni: ecco tutti i numeri della sanità calabrese

–di Donata Marrazzo 18 aprile 2019


I numeri bocciano la sanità calabrese. Il tavolo interministeriale di verifica del piano di rientro ha certificato un disavanzo di 160 milioni di euro calcolato in base al 4° trimestre 2018. E i livelli essenziali di assistenza calano, ponendo la regione in coda alle altre con 136 punti nella griglia Lea. È il risultato di 9 anni di commissariamento (dal Governo Renzi a quello Gentiloni), che hanno generato una mobilità passiva che pesa sulle casse della regione per oltre 300 milioni di euro....LEGGI
ilsole24ore.com 18 aprile 2019
Ma, prima di diffondere i loro dati sanitari sulla Calabria la GRILLO e la stampa specializzata conoscevano il fenomeno "MIGRANTI 180" ed il fenomeno "RESIDENZA AD ELASTICO" ? Perchè, prima o poi, qualcuno leggera'  le sotto descritte realtà  documentate, e non ci faranno certo una BELLA FIGURA come competenza. ANCHE SE IL GOVERNO NON SARA' PIU' QUESTO. Il sito del Sole24Ore è stato preavvisato in tempo reale con mail del 18 aprile 2019.
ARGOMENTO 1 :   Ed ecco le prove che agli stranieri sbarcati o arrivati in calabria in modo irregolare è stato assegnato un codice sanitario provvisorio che inizia per 180 (chi ci può dimostrare che 180 è stato cambiato ovunque questi immigrati siano ora ? Ve lo diciamo noi: NESSUNO, salvo accordi, come si dice ora nelle nuove leggi dicotomiche del dicotomico Governo, dove tutto può essere cambiato nel suo contrario in ogni momento). Tutti questi graditi ospiti, negli anni, e sono davvero tanti, si sono trasferiti e diffusi un po' dovunque, ma quel 180 autorizza tutte le Regioni d'Italia a richiedere solo alla Regione Calabria tutte le spese sanitarie erogate a costoro. E, per favore, diteci e dimostrateci che non è vero. Ma in Calabria chi siamo diventati: Babbo Natale? Intanto ci caricano addosso vari chili di carte, da verificare, proprio nei giorni di Pasqua, e 160 milioni di euro di passivo. Che qualcuno sia  incompetente? In malafede no. E' impossibile. O, magari,  a qualcuno nostalgico piace ricordare com'erà divertente sulla spiaggia coprire le gambe della gente con la sabbia ?

Diteci un solo motivo per il quale le altre regioni devono fare la figura delle formichine virtuose lasciando a noi la figuraccia degli spendaccioni incapaci? E perche' il Ministro Grillo ed i suoi funzionari non sanno nulla del fenomeno "MIGRANTI 180" o lo dimenticano come se fosse il solito numero 17 porta iella. Hanno avuto un colpo di amnesia? Perchè, senza calcoli certi e documentati restituiscono somme caritatevoli alla Calabria invece dei milioni che ogni anno questa sparge per l'italia ai suddetti soggetti ? Certo per non pesare sui bilanci sanitari delle altre povere Regioni? Perche' non si detraggono queste spese pluriennali dal bilancio passivo di una Regione "cenerentola"? Forse per far fare la bella figura al ballo alle loro brutte "sorelle". Magari portando il Governo al completo per dirci in faccia come siamo stati idioti e incapaci per anni e noi ci imbocchiamo le loro carte con l'inchiostro e, magari, pure le cartelline?

Ma che volete, è faticoso verificare dove son finiti i "MIGRANTI 180" dove li trovi tutti gli impiegati e finanzieri competenti in 21 regioni che verificano quante spese sanitarie ci hanno fatto rovesciare addosso a noi della Calabria in questi anni. Sarebbe troppo. Come chiedere ad una persona callosa di fare un dribbling e farsi magari goal nella propria porta.

Certo, ci sarà pure una regione italiana che avrà cambiato il loro codice 180 con il proprio codice regionale ma, scusate tanto, non mi viene il nome.

Francesco Antonio Lupinacci
Giornalista sanitario Elenchi Speciali della Calabria.

Credenziali di Francesco Antonio Lupinacci
www.pacs.unica.it 18 aprile 2019
Immigrati, lo Stato non copre le spese sanitarie delle Regioni: un buco da almeno 100 milioni (liberoquotidiano.it) 18 aprile 2019
 
REDAZIONE ETICA E SALUTE  11 aprile 2019
ARGOMENTO 2 : LE SPESE SANITARIE REGIONALI SONO LEGATE ALLA  RESIDENZA DEI CITTADINI; MA I CITTADINI CALABRESI CHE LAVORANO E DEBBONO RISIEDERE, SALVO CASI PARTICOLARI, IN ALTRE REGIONI (MINIMO SEI MESI, PER LEGGE) PER CAMBIARE RESIDENZA, RESTANO A CARICO DELLA REGIONE CALABRIA, ECCO L'ORDINANZA CHE FARE CIO' , DOPO I SEI MESI DI PERMANENZA, E' CONTRO LA COSTITUZIONE:
ARGOMENTO 2 : LE SPESE SANITARIE REGIONALI SONO PERCIO' LEGATE ALLA DURATA DELLA RESIDENZA DEI CITTADINI. ASSISTIAMO QUINDI A DUE FENOMENI: MOLTI RESIDENTI IN CALABRIA MIGRANO AL CENTRO NORD, MOLTI MIGRANTI ARRIVATI CON VARI MEZZI E MOTIVI, SI SPOSTANO EGUALMENTE AL CENTRO NORD, IN QUESTA PAGINA POTRETE VEDERE LA DINAMICA DI QUESTI DUE FENOMENI PER LA REGIONE CALABRIA  NELL'ANNO 2018 - DATI ISTAT. AGGIUNGIAMO UN ALTRO FENOMENO NON RIPORTATO DALL'ISTAT E CHE DANNEGGIA IL BILANCIO REGIONALE. MOLTI LAVORATORI DOPO SEI MESI DI LAVORO NEL NORD ITALIA, SE NE SCENDONO PER NON ESSERE COSTRETTI A PRENDERE LA RESIDENZA. DOPO  POCO TEMPO RISALGONO ED IL BALLETTO SI RIPETE (RESIDENZA AD ELASTICO). CHI CONTROLLA QUESTI FENOMENI ??
ORDINANZA N.169 ANNO 2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE. 

OMISSIS


OMISSIS

OMISSIS

OMISSIS
REDAZIONE ETICA E SALUTE 19 aprile 2019
ECCEZIONALE INCONTRO CON WANDA FERRO DELLA NOSTRA DIREZIONE ALLARGATA. ABBIAMO 3 FOTO E UN PAIO DI NOTIZIE ESCLUSIVE DAI SOCI, DOCUMENTATE, CHE DIMOSTRANO LO SFRUTTAMENTO DELLA REGIONE CALABRIA PER LE SPESE SANITARIE DEI CALABRESI RESIDENTI IN ALTRE REGIONI E, ADDIRITTURA, PER LE SPESE SANITARIE DEGLI IMMIGRATI TRASFERITISI DALLA CALABRIA IN ALTRE REGIONI.
 
 
 
REDAZIONE ETICA E SALUTE aprile 2019
Morbillo. Sindaco di New York proclama emergenza sanitaria e ordina vaccinazione obbligatoria. Multe fino a 1.000 dollari

L’ordinanza riguarda quattro aree di Brooklyn e si è resa necessaria per la diffusione del virus in una comunità ebreo ortodossa a Brooklyn. Il sindaco ha anche ordinato a tutte le scuole religiose e agli asili nido della comunità ebraico ortodossa di non accettare alunni e studenti non vaccinati, pena la chiusura degli istituti. “Questo focolaio è stato alimentato da un piccolo gruppo di no vax che risiedono in questi quartieri. Stanno diffondendo pericolose informazioni errate basate su false ricerche scientifiche”. L'ORDINANZA...LEGGI
quotidianosanita.it 11 aprile 2019
Reggio Calabria: iniziativa dell’Ordine dei Medici sulla neuroradiologia e sclerosi multipla

Reggio Calabria: presso l’Ordine dei Medici si è svolta la prima delle 4 giornate di formazione in cui si dipanerà, nell’arco di tutto il 2019, l’evento congressuale sulle neuroscienze...LEGGI
strettoweb.com 10 aprile 2019
Griglia Lea 2017. Dai cesarei ai vaccini, oltre i punteggi ecco le criticità in ogni regione

Dopo i risultati pubblicati lo scorso gennaio il Ministero della Salute ha divulgato anche l’analisi specifica per ogni regione (escluse Pa Bolzano, Pa Trento, Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Valle d’Aosta) sul livello di erogazione dei livelli essenziali di assistenza. Dalle carenze dell’assistenza distrettuale ai vaccini passando per la sanità animale ecco cosa non va per ogni territorio. IL DOCUMENTO....LEGGI
quotidianosanita.it 08 aprile 2019
Fascicolo sanitario elettronico: la situazione nelle regioni

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 03/04/2019 19:53

La maggioranza è in ritardo. Sogei, poche si sono collegate al sistema, ognuna fa come vuole.

Referti di analisi ed esami diagnostici, lettere di dimissioni ospedaliere ma anche prescrizioni di farmaci e lo stato generale di salute del cittadino: il fascicolo sanitario elettronico è un cofanetto virtuale che può racchiudere tutte queste informazioni. Ma che ancora stenta ad andare a regime. Sono 11,5 milioni gli italiani che lo hanno attivato, ma concentrati al Centro-Nord e la maggior parte di loro non ne sfrutta tutte le potenzialità. "Tutte le Regioni si stanno attrezzando con i fascicoli sanitari elettronici", ma ancora oggi "sono poche quelle che hanno connesso il loro sistema".

È questo uno "degli aspetti su cui accelerare", secondo Andrea Quacivi, amministratore delegato di Sogei, la società d'informatica del Mef. Secondo i dati dell'Agenzia Digitale, 18 regioni, almeno su carta, hanno implementato il sistema, ma solo 11 sono quelle che hanno completato al 100% il suo sviluppo. E solo 5 sono quelle in cui realmente una buona fetta di cittadini lo utilizza: Lombardia 56% (5,8 milioni di persone), Toscana 62% (2,3 milioni), Veneto 21% (1 milione), Friuli 75% (905mila), Emilia Romagna 14% (592mila) Trentino 97% (235mila)...LEGGI
dottnet.it 07 aprile 2019
"Per battere la ndrangheta contrastare l'isolamento della Calabria".

Il procuratore nazionale antimafia al festival del giornalismo: «Mancano treni e aerei e questo fa comodo alla criminalità»


«Sarebbe utile che ci recassimo frequentemente in Calabria. La ‘ndrangheta non vuole che l’Italia vada in Calabria: più ci andiamo e più la contrastiamo». Così Federico Cafiero De Raho, procuratore nazionale antimafia, a Perugia per un incontro al Festival internazionale del giornalismo, ha parlato dell’isolamento della regione e di lotta alla ‘ndrangheta. «Sembra che della Calabria non interessi quasi a nessuno – ha affermato – in quel territorio non esiste stampa nazionale. È una terra che vive da sempre una condizione di grande isolamento. Mancano treni e aerei e questo fa comodo alla criminalità organizzata»...LEGGI
corrieredellacalabria.it 07 aprile 2019
Tar Lombardia: “Gonfiati i prezzi dei farmaci di aziende sanitarie del Centro-Sud”

Danni di svariati milioni di euro per la pubblica amministrazione attraverso un sistema collaudato di malversazione. Il presidente Tar Angelo De Zotti: «E’ un fatto scandaloso».


Un meccanismo più che consolidato per cui diverse aziende sanitarie locali del Centro e del Sud acquistavano medicinali, senza riuscire a pagarli, da case farmaceutiche del Nord le quali cedevano crediti a società di factoring che, a distanza di tempo, recuperavano tutto con interessi di mora che arrivano a superare il capitale a discapito della Sanità pubblica. Il presidente del Tar della Lombardia Angelo De Zotti non ha dubbi: siamo di fronte a un caso di «malversazione» di cui dovranno rispondere numerose amministrazioni pubbliche, prevalentemente del Centro e del Sud...LEGGI
lastampa.it 03 aprile 2019
Sanzioni per i medici che nascondono i compensi delle case farmaceutiche

02/04/2019 17:03


Approda in Parlamento il Sunshine Act: multe fino a 100mila euro
Approda in Senato il Sunshine act che regolamenta i rapporti intercorrenti tra aziende produttrici ed operatori sanitari (clicca qui per scaricare il testo completo).   Lunedì è cominciata la discussione generale con i lavori ripresi ieri....LEGGI
dottnet.it 03 aprile 2019
Sono 30mila i medici che hanno legami con le case farmaceutiche

Professione | Redazione DottNet | 27/03/2019 19:10
Bevere: "Con la modulistica Agenas individuiamo comportamenti a rischio da tenere sotto osservazione, come i rapporti con aziende farmaceutiche o produttrici di dispositivi medici''


Migliora la trasparenza tra i medici. Aumentano infatti i camici bianchi che non hanno timore di rendere pubblici i loro rapporti con aziende di farmaci e dispositivi. In 2 anni il loro numero ha raggiunto quasi quota 30.000, anche se con diversità regionali. E proprio le aziende sanitarie da cui mancano i dati sono quelle in cui sono emersi episodi di malagestione. A renderlo noto è Francesco Bevere, direttore dell'Agenzia per i servizi sanitari regionali (Agenas), intervenuto al convegno "Sanità e malaffare: la corruzione si può combattere", tenutosi nella sala Zuccari del Senato.
Dal 2016, l'Agenas ha messo a disposizione la modulistica sulla Dichiarazione pubblica di interessi, che i medici possono, volontariamente, compilare.

Questo strumento, previsto dal Piano Nazionale Anticorruzione in Sanità, "consente di individuare comportamenti a rischio da tenere sotto osservazione, quali ad esempio i legami con aziende farmaceutiche o produttrici di dispositivi medici, che escono dall'ordinario''....LEGGI


Francesco Bevere, direttore dell'Agenzia per i servizi sanitari regionali (Agenas)
dottnet.it 28 marzo 2019

Tagli al prontuario farmaceutico: primi 60 milioni di risparmi


Farmaci | Redazione DottNet


Lo annuncia il direttore dell'Aifa Li Bassi: rivedremo anche i doppioni

Primi 'tagli' nel prontuario farmaceutico italiano. "Abbiamo terminato l' analisi sugli anticoagulanti orali e riallineato il prezzo dei medicinali considerati dalla nostra commissione tecnico-scientifica sovrapponibili ad altri, con risparmio nella spesa pubblica di circa 60 milioni di euro". Ad annunciarlo il direttore generale dell' Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Luca Li Bassi, intervenendo oggi a Roma alla presentazione di una risoluzione per la trasparenza sul prezzo dei farmaci...LEGGI
dottnet.it 28 marzo 2019

Spesa personale Ssn, addio al vincolo 2004: si passa alla soglia 2018. Incrementi agganciati all'aumento del Fsn e ai risparmi sulle esternalizzazioni

di Barbara Gobbi

Addio al vincolo che inchiodava la spesa per il personale del Servizio sanitario nazionale ai livelli 2004 meno l'1,4%: dopo un confronto con la ministra della Salute Giulia Grillo, le Regioni danno il via libera oggi allo sblocco del "tetto", che blindava le assunzioni. Un articolo in 4 commi "Disposizioni in materia di spesa per il personale del Ssn" da inserire nel primo traghetto parlamentare utile, prevede che a decorrere dal 2019 la spesa per il personale degli enti Ssn «di ciascuna Regione e Provincia autonoma di Trento e Bolzano <...> non può superare il valore della spesa sostenuta nell'anno 2018, come certificata dal Tavolo tecnico di verifica degli adempimenti». Se superiore, non può superare in ogni caso il valore la spesa previsto dalla legge Finanziaria per il 2010 (il livello 2004, appunto, che era stato individuato all’art. 17 comma 3 del D.l. 98/2011 convertito con modificazioni dalla Legge 111/2011)....LEGGI

sanita24.ilsole24ore.com 22 marzo 2019

Spesa personale Ssn, addio al vincolo 2004: si passa alla soglia 2018. Incrementi agganciati all'aumento del Fsn e ai risparmi sulle esternalizzazioni

Addio al vincolo che inchiodava la spesa per il personale del Servizio sanitario nazionale ai livelli 2004 meno l'1,4%: dopo un confronto con la ministra della Salute Giulia Grillo, le Regioni danno il via libera oggi allo sblocco del "tetto", che blindava le assunzioni. Un articolo in 4 commi "Disposizioni in materia di spesa per il personale del Ssn" da inserire nel primo traghetto parlamentare utile, prevede che a decorrere dal 2019 la spesa per il personale degli enti Ssn «di ciascuna Regione e Provincia autonoma di Trento e Bolzano <...> non può superare il valore della spesa sostenuta nell'anno 2018, come certificata dal Tavolo tecnico di verifica degli adempimenti». Se superiore, non può superare in ogni caso il valore la spesa previsto dalla legge Finanziaria per il 2010 (il livello 2004, appunto, che era stato individuato all’art. 17 comma 3 del D.l. 98/2011 convertito con modificazioni dalla Legge 111/2011)....LEGGI
dottnet.it 21 marzo 2019

Denuncia del Codacons: "Da big pharma 15 milioni in tre anni a 611 medici genovesi"

Esposto all’autorità Anti corruzione: “Violato codice deontologico”. Analizzati dei dati resi trasparenti dalle stesse aziende. Le repliche dei medici

di MARCO PREVE

LEGGI
genova.repubblica.it 19 marzo 2019
DA CASE FARMACEUTICHE OLTRE 967 MILA EURO DI FINANZIAMENTI IN TRE ANNI A 253 MEDICI

Da La Redazione - pillamaro.it

17 Marzo 2019


Tra il 2015 e il 2017 le principali 10 case farmaceutiche operanti in Italia hanno versato nelle tasche di 253 medici di Catanzaro la bellezza di 967.264 euro attraverso finanziamenti e sussidi di vario tipo. Lo denuncia oggi il Codacons, che ha realizzato un apposito report sulla base dei dati ufficiali.

I numeri che emergono – sostiene Francesco Di Lieto – sono impressionanti: 32.623 tra medici, fondazioni e ospedali, hanno complessivamente percepito in Italia 163.664.432,70 euro nel periodo compreso tra il 2015 e il 2017. Soldi versati dalle aziende Abbvie, Almirall, Merck, Msd, Hospira, Pfizer, Pfizer Italia, Pierre Fabre Pharma, Pierre Fabre Italia, GlaxoSmithKline a titolo di accordi di sponsorizzazione, donazioni, viaggi, quote di iscrizione, corrispettivi e consulenze, ecc. Tra questi anche 253 medici operanti a Catanzaro....LEGGI
pillamaro.it 19 marzo 2019
Calabria: una commissione per l'Asp di Reggio Sospesi i pagamenti dei flussi sanitari

di Donata Marrazzo


Salta la Asp di Reggio Calabria: sciolta per ‘ndrangheta, per interferenze illecite, sospetti e anomalie relativi a bilanci, appalti, bandi, gare, convenzioni, proroghe e affidamenti. Una disposizione proposta dal prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari, dopo gli esiti dell'accesso antimafia eseguito nei mesi scorsi. «Fatti segnalati da tempo», ha dichiarato l'ex direttore generale Giacomino Brancati. E che replicano quanto accaduto già nel 2008...LEGGI
sanita24.ilsole24ore.com 16 marzo 2019
Vaccino MMR e autismo, studio danese smentisce legame

(Reuters Health) – Il vaccino contro morbillo, parotite e rosolia (MMR) non è associato ad un aumento del rischio di autismo anche tra i bambini ad alto rischio perché hanno un fratello con il disturbo.
È quanto suggerisce uno studio condotto dai ricercatori dello Statens Serum Institut di Copenhagen, in Danimarca.
Il gruppo danese ha studiato la connessione tra il vaccino MMR e l’autismo in una coorte nazionale di tutti i bambini nati in Danimarca da madri danesi dal 1999 al 2010, seguendoli dalla nascita fino all’agosto del 2013.
Il team ha esaminato i dati relativi a 657.461 bambini, di cui il 95% era vaccinato...LEGGI
popsci.it 12 marzo 2019
Giornata mondiale del linfedema, con la microchirurgia si può guarire al 100%

"Si tratta di una malattia molto diffusa, che necessita di un adeguato inquadramento, dalla diagnosi tempestiva alla terapia più opportuna", afferma il dottor Campisi, massimo esperto del settore, a Tgcom24..LEGGI
tgcom24.mediaset.it 08 marzo 2019
La carenza di medici è un “codice rosso”

05 MAR - Gentile direttore,
il dibattito sul regionalismo differenziato è riuscito nell'intento di rallentare l’attribuzione delle nuove autonomie almeno fino alle elezioni europee. L’autonomia differenziata certificherebbe la fine del SSN che già oggi in alcune regioni non riesce a garantire i LEA ma su questo numerosi e più autorevoli autori hanno già espresso le loro valutazioni.


Credo però che non sarà il regionalismo differenziato a sancire la fine del SSN perché il processo è per forza di cose più lento di un secondo processo molto più rapido che porterà in 4 anni ad una effettiva fase di transizione...LEGGI
quotidianosanita.it 06 marzo 2019
Morbillo, niente concorsi pubblici e sport senza vaccinazione

Infettivologia | Redazione DottNet | 05/03/2019 19:56
Pronto il nuovo piano nazionale per l’eliminazione di morbillo e rosolia 2019-2023: il documento completo

Sarà una battaglia senza esclusione di colpi quella contro il morbillo. Chi non si vaccinerà non potrà partecipare ai concorsi pubblici: dati sono allarmanti con 13mila casi dal 2013 (inizio della sorveglianza in Italia), di cui la metà in giovani adulti con un’età media di 27 anni . E sono proprio queste cifre, per nulla rassicuranti, che hanno spinto il Ministero, ad affrontare la malattia con pugno duro. Si comincia dal nuovo piano nazionale per l’eliminazione di morbillo e rosolia 2019-2023 (clicca qui per scaricare il documento completo) che coinvolge varie istituzioni nazionali e regionali per ruoli e responsabilità. Si interverrà sulla fascia di popolazione con i nati tra il 1975 e il 2000, dove il virus circola ancora senza barriere perché trova terreno fertile tra i non immunizzati....LEGGI
dottnet.it 06 marzo 2019
Corriere della Sera Domenica 3 Marzo 2019

Antonella Sparvoli

Lo specialista

Per capire se c’è una«ipercifosi» possono bastare semplici osservazioni


Non è raro vedere ragazzi o giovani con il dorso un po’ curvo. Nella maggior parte dei casi si tratta solo di un atteggiamento cifotico, un vizio posturale che può essere corretto con semplici accorgimenti. Altre volte però il dorso incurvato nasconde una deformità vera e propria della colonna vertebrale: quella che molti erroneamente chiamano cifosi, ma sarebbe più corretto definire ipercifosi.

Che cosa si intende per ipercifosi?

CONTINUA A LEGGERE
Diritti riservati del Corriere della Sera


SOCIO FONDATORE DI "ETICA E SALUTE"
Bernardo Misaggi - SOCIO FONDATORE DI "ETICA E SALUTE" 04 marzo 2019
Chi è meno istruito vive di meno (3 anni gli uomini e 1 anno e mezzo le donne). E per chi abita al Sud va anche peggio. Ma al Nord si muore di più per alcune patologie. Presentato all’Inmp il primo “Atlante italiano delle disuguaglianze di mortalità per livello di istruzione”

Il volume è stato realizzato dall’Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e il contrasto delle malattie della Povertà (INMP) in collaborazione con Istat ed è stato presentato oggi. Le persone con basso titolo di studio hanno una probabilità di morte superiore del 35% tra gli uomini e del 24% tra le donne. “In Italia le disuguaglianze su base geografica si intrecciano con quelle sociali su base individuale”. SCARICA L'ATLANTE...LEGGI
quotidianosanita.it 03 marzo 2019
Cassazione: colpa medica per chi prescrive farmaci a rischio

Omicidio colposo per il medico che prescrive una sostanza altamente tossica a una propria paziente che invece di farla dimagrire ne provoca il decesso. Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 8086/18....LEGGI
dottnet.it 01 marzo 2019
La Spagna supera l'Italia: è il Paese più sano del mondo

Ci deve essere qualcosa nel gazpacho o nella paella, scherzano gli esperti, se quest'anno la Spagna ha superato l'Italia nella graduatoria di Bloomberg tra i Paesi più sani del mondo (su 169), balzando dal sesto al primo posto....LEGGI
repubblica.it 25 febbraio 2019
La scienza viene "sfatata": perché alcuni paesi fanno un'inversione del vaccino?

(CNN) - Più di un secolo prima di Facebook, i sostenitori della campagna anti-vaccinazione avevano un altro metodo per diffondere il loro messaggio - una marcia accattivante attraverso la città con piccole bare per bambini decorate con le parole: "Un'altra vittima della vaccinazione".

Tradotto con Google....LEGGI
wptv.com 18 febbraio 2019
Patto per la salute. Toma: “Revocare nomine commissari ad acta Calabria e Molise”

C
ommentando il documento inviato ieri dalle Regioni al ministro Grillo con le 'regole d’ingaggio' per far partire le trattative sul Patto per la Salute, il presidente della Regione Molise Toma torna sulle questioni delle modalità di ripartizione del Fondo sanitario nazionale e dei commissariamenti...LEGGI
quotidianosanita.it 16 febbraio 2019
Mmg negli ospedali: al via in Piemonte l'accordo sindacati-Regione

Postazione in ospedale contro il sovraffollamento dei pronto soccorso: piena autonomia professionale


E' al via il il protocollo d'intesa che la Regione Piemonte ha sottoscritto con i sindacati dei medici di famiglia Fimmg, Snami e Smi. L'accordo prevede che i medici di medicina generale abbiano una postazione negli ospedali contro il sovraffollamento dei pronto soccorso. Con questo provvedimento si spera di ridurre gli accessi inappropriati e fornire allo stesso tempo una migliore risposta ai pazienti. Un'iniziativa che potrebbe essere replicata anche in altre regioni che guardano con interesse il test piemontese.,,LEGGI
dottnet.it 16 febbraio 2019
Clinica tedesca cerca medici in Italia a 4400 euro al mese

La denuncia arriva dall'assessore alla Sanità della Regione Lazio


"Un ospedale tedesco vicino ad Amburgo sta organizzando a Roma un reclutamento di medici per portarli a lavorare in Germania offrendo 4.400 euro al mese e l' alloggio. Ogni anno perdiamo circa 100 professionisti che vanno all' estero, e questo è un dato che ci allarma. E' una perdita importante in quanto sono giovani medici che vengono formati e c' è su di loro un investimento anche di risorse economiche. Purtroppo per molti non c' è uno sbocco a livello ragionale e nazionale. Questo è un tema che deve essere al centro dell' agenda del Paese". Lo ha affermato Alessio D' Amato, assessore alla Sanità e l' Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio....LEGGI

dottnet.it 14 febbraio 2019
Fondo sanitario 2019: Bonaccini ripartiti più di 111 miliardi

“111,2 miliardi di risorse destinate al Servizio Sanitario Nazionale sono state oggi ripartite fra le Regioni” lo ha annunciato il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Stefano Bonaccini...LEGGI

Riparto risorse sanità 2019*
Regioni totale finale 2019
   
PIEMONTE        8.199.389.129
V D'AOSTA            233.489.531
LOMBARDIA        18.405.555.557
BOLZANO            944.819.487
TRENTO            983.292.573
VENETO        9.019.816.105
FRIULI        2.287.867.446
LIGURIA        3.078.088.485
E ROMAGNA        8.259.653.603
TOSCANA        6.997.515.170
UMBRIA        1.658.798.201
MARCHE        2.853.649.804
LAZIO        10.747.015.715
ABRUZZO        2.433.217.003
MOLISE            579.437.434
CAMPANIA        10.448.921.447
PUGLIA        7.362.600.967
BASILICATA        1.060.623.383
CALABRIA        3.564.285.340
SICILIA        9.080.186.397
SARDEGNA        3.047.777.222
   
TOTALE 111.246.000.000
   
(*) escluse le quote della fibrosi cistica, degli extracomunitari e dell'esclusività e comprese quote vaccini e stabilizzazioni

regioni.it 14 febbraio 2019
Mobilità sanitaria. Commissione salute delle Regioni sospende rata di conguaglio per la Calabria

Il delegato alla sanità della Regione Calabria Franco Pacenza e il dirigente generale del Dipartimento salute Antonio Belcastro hanno partecipato, oggi a Roma, alla riunione della Commissione salute della Conferenza delle Regioni che ha affrontato nuovamente il tema della mobilità sanitaria...LEGGI

quotidianosanita.it 13 febbraio 2019
L'Intramoenia non piace più: calano i medici che la esercitano

Sono passati da 59.000 unità relative all'anno 2012, pari al 48% del totale dei medici, a 51.430 unità nel 2016

Diminuisce, nel corso degli ultimi 4 anni, il numero complessivo di medici del Servizio sanitario nazionale (Ssn) che esercita la libera professione intramuraria (Alpi): in particolare, il numero di medici che esercita l'intramoenia è passato da 59.000 unità relative all'anno 2012, pari al 48% del totale dei medici, a 51.430 unità nel 2016, pari al 43,3% del totale Dirigenti medici del Ssn, con un decremento di 7.570 unità di personale pari a circa 13 punti percentuali di diminuzione nell'intero periodo considerato. Il dato emerge dall'ultima Relazione al Parlamento del ministero della Salute sullo stato di attuazione dell'esercizio dell'attività libero-professionale intramuraria...LEGGI

dottnet.it 12 febbraio 2019
Governance farmaceutica: preoccupazione degli informatori scientifici per gli effetti del documento del governo

Roma, 6 febbraio 2019 – Il Coordinamento Nazionale Femca Cisl dei delegati Informatori Scientifici del Farmaco (ISF), riunitosi oggi a Roma, ha espresso una forte preoccupazione per gli effetti che il “Documento in materia di Governance Farmaceutica”, presentato dal governo attraverso la ministra della salute Giulia Grillo, potrà avere sull’occupazione, anche degli ISF, e sugli investimenti nel settore farmaceutico in generale. LEGGI

femcacisl.it 08 febbraio 2019
Ecco il nuovo Consiglio superiore di Sanità: tutti i nomi. Ma è polemica

Quote "poco" rosa. Criticata la nomina di Ricordi che aprì al metodo stamina di Vannoni


Poco 'rosa', con sole tre donne al suo interno, e già all'insegna delle polemiche per la presenza tra le 'new entry' dello scienziato Camillo Ricordi che nel 2013 aprì al metodo Stamina di Davide Vannoni. Si presenta così il rinnovato Consiglio superiore di sanità (Css) con la nomina dei nuovi 30 membri non di diritto sancita dal decreto firmato oggi dal ministro della Salute, Giulia Grillo...LEGGI
 

dottnet.it 06 febbraio 2019
Direttore 118 Asp Cosenza. M5S: “Concorso espletato con il presidente della commissione Oliverio decaduto di diritto”

I deputati 5 Stelle Francesco Sapia e Dalila Nesci, della commissione Sanità: “Permane un grosso problema politico che riguarda il presidente Oliverio, il quale con ostinazione mantiene Francesco Mauro al comando dell'Asp di Cosenza, che per noi va rimosso e con provvedimenti inattaccabili”....LEGGI
 

quotidianosanita.it 06 febbraio 2019
Abbiamo partecipato, con un  costruttivo intervento come associazione, a questo importante evento  
Incontro/consultazione pubblica

"LA PA CHE VOGLIAMO”
SCRIVIAMO INSIEME L’AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DI DOMANI

Roma, 24 maggio 2016

Forum PA – Palazzo dei Congressi - Roma


Dirigenti e competenze del settore pubblico (CODIRP) assieme alle organizzazioni della società civile si confrontano sui servizi che la PA deve rendere ai cittadini, nonché su come renderli in maniera efficace, efficiente, economica, etica....LEGGI
ETICA E SALUTE 03 febbraio 2019
A Catanzaro uno stent al cuore impiantato da robot: è il primo caso in Italia

È stato eseguito con successo su un paziente di 64 anni il primo intervento di angioplastica realizzato, in Italia, attraverso un robot. Le coronarie dell'uomo, che aveva avuto un infarto, sono state liberate utilizzando il sistema robotizzato comandato a distanza dal chirurgo attraverso una consolle.
L'intervento, effettuato da Ciro Indolfi, ordinario di Cardiologia e direttore del Centro Ricerche Malattie Cardiovascolari dell'Universita' Magna Graecia di Catanzaro, «segna l'inizio di una nuova era», che vedrà «un sempre maggior utilizzo della robotica in cardiochirurgia». La delicata operazione è stata effettuata il 22 gennaio scorso e il paziente è stato dimesso dopo solo due giorni...LEGGI

catanzaro.gazzettadelsud.it/ 02 febbraio 2019
Ministra Grillo, rifletta. È ancora in tempo per non distruggere il Servizio sanitario nazionale

Si sono appena concluse le celebrazioni per il 40° anniversario della riforma sanitaria che la ministra Grillo subito ne annuncia la volontà di archiviarla definitivamente. La riforma fu approvata nel 1978 e superati i primi anni di rodaggio il nostro Servizio sanitario nazionale fu riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come uno dei migliori di tutto il mondo, universale e gratuito, finanziato alla fonte con la fiscalità generale da ogni cittadino in rapporto al reddito....LEGGI

lfattoquotidiano.it 29 gennaio 2019
Dai rifiuti all’energia, Ministeri di Salute e Ambiente siglano accordo per prevenire l’inquinamento

Prevenire l'inquinamento anche grazie alle migliori tecniche disponibili, ridurre la produzione di rifiuti, orientarsi verso un energia utilizzata in modo efficace, porre attenzione in materia di bonifica e ripristino ambientale al momento della cessazione definitiva di una attività. Questi alcuni degli obiettivi legati all’Accordo procedimentale per il coordinamento delle attività di competenza nell’ambito dei procedimenti di Autorizzazione Integrata Ambientale sottoscritto lo scorso 19 dicembre. IL IL TESTO... LEGGI

quotidianosanita.it 27 gennaio 2019
Nessun medico vorrà più lavorare nei pronto soccorso. E la colpa è (anche) della giustizia

In quest’ultimo mese è successo che un giovane ragazzo si è recato al pronto soccorso da cui, dopo diversi accertamenti, è stato dimesso con invio al medico curante. Evento normale: ne capitano infatti centinaia di queste situazioni in cui giovani o anziani, dopo gli accertamenti standard, vengono dimessi con l’indicazione di prestare attenzione ai sintomi per capire nel tempo se c’è o meno una patologia silente non evidenziabile con gli strumenti disponibili. Purtroppo però in questo caso il ragazzo, il giorno successivo, è deceduto per cause da accertare... LEGGI

ilfattoquotidiano.it 27 gennaio 2019
QUELLO CHE ETICA & SALUTE DICE DA TEMPO" Ndr.

La grande fuga dalla Calabria - Corriere della Calabria


Viaggio nel servizio sanitario regionale. Con un'analisi dei dati e i grafici che mostrano l'andamento del sistema. Uno studio a puntate di Naccari Carlizzi e Marino.
L’AO Mater Domini ha prodotto nel quinquennio un deficit di circa 102 mln sul totale (delle 4 aziende) di 151 mln di euro, esattamente il 68 %! All’opposto l’Ao di Reggio che, beneficiando di una storica sana gestione dei conti e non senza polemiche sul razionamento dei presidi sanitari, del personale e dei servizi, ha prodotto un risultato positivo per circa due mln di euro... LEGGI

corrieredellacalabria.it 27 gennaio 2019
«I controllori delle medicine in Italia finanziati da una casa farmaceutica»

pubblicata dal codacons la lista dei medici e degli enti che avrebbero preso soldi dalla glaxo. ci sono l’istituto superiore di sanità, compreso l’ex presidente ricciardi, e professionisti che hanno elaborato le linee guida alfredo arduino «servizi e consulenze». La Verità ha chiesto all’Istituto un commento alla notizia: ci è stato risposto che hanno bisogno di tempo per verificare.

Restiamo in attesa. A rivelare il presunto conflitto d’ interessi è il Codacons, che ha pubblicato sul suo sito l’elenco dei medici italiani finanziati dalla Glaxo e inoltrato la documentazione all’Anac perché faccia luce sulla vicenda. La domanda è la seguente: a cosa sono serviti questi soldi?

A sorprendere è soprattutto il fatto che nella lista siano presenti l’Istituto superiore e il suo ex presidente. Ricciardi era già finito sotto i riflettori proprio per lo stesso motivo, ovvero essere stato consulente su farmaci e vaccini per diverse case farmaceutiche.

Consulenze legittime delle quali, però, non c’era traccia nel suo curriculum pubblicato sul sito dell’Iss, anche perché non è obbligatorio dichiararle....LEGGI

codacons.it 26 gennaio 2019
Cassazione: responsabile il medico attendista che rinvia la visita domiciliare

Medlex | Redazione DottNet | 24/01/2019 13:57
Il pediatra non aveva rilevato i sintomi della sepsi fulminante in un bambino mancando d'indirizzarlo verso il Pronto Soccorso
Niente esimente per colpa lieve al pediatra che rinvia la visita domiciliare e quando l' effettua non riconosce la presenza di una violenta infezione in atto e omette di indirizzare la famiglia del bambino a un controllo presso il pronto soccorso per praticare esami strumentali e di laboratorio. La Cassazione con la sentenza n. 3206 di ieri (clicca qui per scaricare il testo completo) respinge seccamente il ricorso del medico che condannato nei due gradi di merito riteneva di essere scusabile, nonostante avesse ritardato la visita domicilare, perche' aveva agito con colpa lieve (articolo 3 dell' allora vigente legge Balduzzi) e nel rispetto delle linee guida della comunita' scientifica....LEGGI

edottnet.it 26 gennaio 2019
Spesa sanitaria pubblica, si allarga il gap tra Italia e Ue: spendiamo il 36,8% in meno. Per il 5,5% delle famiglie curarsi è un lusso. E il finanziamento promesso dal Governo non c’è stato. Il richiamo nel 14° Rapporto Crea-Sanità

Il Governo “del cambiamento” non ha mantenuto le sue promesse elettorali in termini di rifinanziamento del Ssn. Ma se la mancanza di Fondi adeguati continua ad essere un problema, per i ricercatori la questione ha radici più profonde e sta in alcune errate convinzioni che continuano a condurre a scelte sbagliate. Su questi misunderstandings cerca di fare luce il Rapporto. Che in merito ai rapporti tra Regioni evidenzia: “L’importanza di continuare ad avere un SSN coeso, e con un forte meccanismo redistributivo, è dimostrata non tanto dall’efficienza del sistema, quanto dalla riduzione delle sperequazioni che di fatto realizza”. L’EXECUTIVE SUMMARY e I DATI IN SINTESI...LEGGI

quotidianosanita.it 24 gennaio 2019
Il flop della Legge Gelli: i contenziosi sono aumentati

Crescono i premi delle polizze. Mancano i decreti attuativi. E intanto i chirurghi scappano: sei su dieci hanno un contenzioso legale


I professionisti della sanità si aspettavano, con la legge Gelli del 2017 sulla responsabilità professionale, di poter essere sgravati da un'inflazione di denunce per 'malpractice' soprattutto nei contenziosi instaurati da pazienti che ritenevano di aver subito un danno. Ma è successo esattamente il contrario. Sono aumentati, nonostante lo stesso onorevole Gelli avesse dichiarato il contrario. La cartina di tornasole per dire che qualcosa non va, per i professionisti, è data anche dal fatto che le assicurazioni hanno aumentato i premi, indice di un aumentato rischio.Gli ortopedici, ad esempio, possono arrivare oggi a pagare molte decine di migliaia euro l'anno di polizza. Lo evidenzia Valter Santilli, professore ordinario di Medicina fisica e riabilitativa alla Sapienza di Roma e fisiatra al Policlinico Umberto I...LEGGI


dottnet.it 22 gennaio 2019
E' allarme medici di famiglia: arranca il settore

Siamo decimi in Europa. Al Ministero avviato un tavolo per 'alleggerire' i pronto soccorso


Siamo secondi in Europa per il numero di medici, ma scendiamo al decimo posto se si considerano i soli medici di famiglia, il primo punto di riferimento della sanità pubblica per i cittadini...LEGGI

dottnet.it 19 gennaio 2019
Cassazione: medico responsabile se non prescrive esami

Il paziente lamentava sintomi generici: il professionista aveva il dovere di compiere ulteriori accertamenti


E’ colposa la condotta del medico che non ha prescritto accertamenti al paziente che lamentava sintomi generici. E’ quanto statuito dalla Corte di Cassazione, Sez. Terza Civile, nell’ordinanza del 30 novembre 2019, n. 30999 (clicca qui per leggere la sentenza completa). ...LEGGI

dottnet.it 16 gennaio 2019
Calabria. È scontro totale tra Ministero Salute e Regione. Il presidente Oliverio nomina i nuovi commissari di Asl e ospedali. Grillo furiosa: “Atto di arroganza istituzionale che traccia linea netta nei nostri rapporti”

La Giunta tira dritto e nonostante gli appelli rabbiosi del Ministro della Salute per non aver coinvolto i nuovi commissari nelle scelte, ha deciso di procedere oggi alla nomina dei nuovi vertici di Asl e ospedali. Deliberato anche ricorso al Tar contro la nomina del sub commissario Thomas Schael per una lite pendente con la Regione. Grillo: “Sono molto arrabbiata. Sbattutta la porta in faccia ai due neo commissari”. Oliverio: “È nelle mie prerogative”....LEGGI

quotidianosanita.it 15 gennaio 2019
Membri del Css ‘schedati’ su orientamenti politici. Scoppia la polemica. Opposizioni all’attacco: “Fatto di gravità inaudita, Grillo riferisca in Parlamento”. Ma il Ministro precisa: “Fake news, è solo un appunto informale”

Nella notizia riportata dal quotidiano la Repubblica si fa riferimento ad un documento richiesto dal Ministro alla capogruppo M5S in Affari sociali in cui sarebbero stati raccolti gli orientamenti politici dei componenti del Consiglio superiore di Sanità, azzerato da Grillo a inizio dicembre. Il Pd attacca e presenta un’interrogazione: “Fatto di gravità inaudita”. Lorenzin: “Una gogna mediatica solo per giustificare un’epurazione condotta con uno stile senza precedenti”. Ma il Ministro si difende e pubblica il documento incriminato: “Non ho mai avviato dossieraggi (e mai lo farò), figuriamoci via chat”. E in serata interviene nuovamente con un video....LEGGI

quotidianosanita.it 08 gennaio 2019
Farmaci orfani, Binetti: “Equità non è trattare in modo uguale aziende che uguali non sono. Ho depositato un'interrogazione in merito”

La senatrice racconta: “Avevo presentato un emendamento alla legge di bilancio a vantaggio dei malati rari: è stato del tutto ignorato”....LEGGI

osservatoriomalattierare.it 06 gennaio 2019
Farmaci orfani. Grillo: “Sulle misure in Bilancio si sta facendo disinformazione. Nostro provvedimento porta equità”

"La legge di bilancio 2019 ha introdotto importanti novità nel settore farmaceutico, portando un meccanismo di equità che prima, nella norma che regola i tetti di spesa sulla farmaceutica, non c’era. Il ripiano (cosiddetto payback) in caso di sforamento dei tetti di spesa programmati avverrà in base alla propria quota di fatturato e non attraverso metodi astrusi che hanno portato nel tempo a oltre 350 ricorsi e a un mancato incasso per le regioni di oltre 2,5 miliardi di euro solo per il periodo 2013-2017"....LEGGI

quotidianosanita.it 06 gennaio 2019
Manovra. Ecco tutte le tappe per l’attuazione delle disposizioni sanitarie della legge di Bilancio 2019 pubblicata in Gazzetta

Dal Fondo per la prevenzione della dipendenza da stupefacenti alla ripartizione delle risorse per la riduzione dei tempi di attesa, dalla sottoscrizione del nuovo Patto per la salute ai trasferimenti dall'Inail. E ancora, la costituzione degli elenchi speciali presso gli Ordini per chi ha svolto professioni sanitarie anche senza titoli abilitanti, fino all'anagrafe vaccini. E poi prezzi farmaci e payback. Su questi e altri temi la manovra non basta, serviranno misure attuative ad hoc. Eccole. IL TESTO DELLA MANOVRA IN GAZZETTA...LEGGI

quotidianosanita.it 05 gennaio 2019
M&A, le maggiori operazioni del 2019

Il 2019 sarà ricordato come un anno interessante per le operazioni di M&A. Nell’anno solare appena trascorso gli accordi in ambito pharma e medtech hanno cambiato e cambieranno il mercato negli anni a venire. Su tutti l’acquisizione di Shire da parte di Takeda, la fine della joint venture tra Gsk e Novartis in ambito Consumer health o i cambi di strategia in ambito veterinario....LEGGI

aboutpharma.com 04 gennaio 2019